Link all'area Download della Dodic Elettronica Srl
Il nostro Canale YouTube
Dodic è su LinkedIn: Seguici!
Pagina Facebook Dodic
Rilevatori da esterno Wireless Bidirezionale
Profilo Aziendale Dodic Elettronica srl e Distribuzione Sicurezza Latina srl
ULTIME NEWS

Iscriviti ora al webinar termoscanner e altre soluzioni!

Ripartiamo insieme proteggendo la nostra salute!

Webinar:

Termoscanner e altre soluzioni per il rilevamento

della temperatura corporea e presenza mascherina

 

Appuntamento:

GIOVEDì 28 MAGGIO

DALLE 17.00 ALLE 18.30

 

Nel webinar presenteremo tutte le soluzioni e le tecnologie oggi disponibili per la misurazione della temperatura corporea e la gestione degli accessi mediante controllo sulla presenza della mascherina. Approfondiremo le seguenti tematiche: 

  • Quali sono gli ambiti di applicazione; 
  • Quali tecnologie scegliere per le varie tipologie di utenze (es. attività commerciali, industrie, enti, trasporti, palestre, scuole, ecc);
  • Come attuare controlli con o senza la presenza di operatore;
  • Possibilità di locazione operativa.
Una volta effettuata la registrazione, il giorno precedente al webinar riceverete una email con il link per la partecipazione. Se non ricevi l'email gentilmente controlla anche la casella di spam o scrivi all'indirizzo marketing@dodic.it e chiedi di ricevere il link!



Il termoscanner UNV OET-213 consente una misurazione sicura e precisa della temperatura corporea con rilevamento al polso, la misurazione è senza contatto ed evita il rischio di contagio.

La rilevazione al polso supporta una gamma molto più ampia di movimenti e si adatta a giovani ed anziani.

Il terminale supporta la rilevazione della presenza mascherina consentendo la gestione e il controllo degli accessi senza l'ausilio di un operatore. Il dispositivo è ad alta efficienza con rilevamenti rapidi e riesce a gestire fino a 20-30 persne al minuto.

Soluzione pratica ed economica adatta ad attività commerciali, enti, scuole, uffici, palestre, ambulatori o studi professionali.

Caratteristiche principali:

Misurazione senza contatto della temperatura del polso e segnalazione di allarme in caso di temperatura alta (soglia configurabile). Iintervallo di misurazione compreso tra 30°C e 45°C, accuratezza pari a 0,1°C, deviazione inferiore o uguale a 0,5°C, distanza di misurazione compresa tra 1 e 3 cm;

Algoritmo deep learning UNV con chip dedicato di riconoscimento facciale: accuratezza >99%, tempo di riconoscimento 0,2s, database fino a 10.000 volti;

Rilevazione dei tentativi di accesso non consentiti utilizzando foto e video dei volti (spoofing);

Doppia telecamera 2MP (1080P) dotata di WDR con obiettivo grandangolare F1.6 per catturare immagini di alta qualità in qualsiasi condizione di illuminazione;

Display 7" touch screen con risoluzione 600x1024 pixel;

Supporta l'autenticazione tramite riconoscimento facciale, scheda Mifare 1, password e codice QR.

 

Termoscanner Hikvision in Promo

Il Termoscanner Portatile Professionale è il supporto per rilevare la temperatura cutanea con l'ausilio di un operatore. Può essere utilizzato, quale dotazione di servizio, da forze dell’ordine, addetti alla security e servizi di guardiania, vigilanza e portierato, per il monitoraggio degli accessi nel retail, palazzi uffici, eventi ed in ogni applicazione con servizio di controllo temperatura agli ingressi.  

Caratteristiche Principali

• Display 2,4”, tastiera soft-touch, menù semplice ed intuitivo
• Materiale antiurto e grado di protezione IP54
• Velocità di rivelazione 1s, Accuratezza ±0.5°C a 1m
• Storage a bordo con MicroSD 8GB inclusa
• Alimentazione con adattatore Micro USB e batteria ricaricabile 3350 mAh 
• Posizionamento anche su cavalletto, attacco fotografico universale (UNC1/4”-20)

 

 

Il Termoscanner Hikvision DS-2TP31B-3AUF

è in promo  fino al 31 Luglio 2020 salvo esaurimento scorte

ordinalo ora

o contatta il Tuo agente Dodic di riferimento!

Misuraore termperatura corporea, termoscanner e mascherina

L’emergenza COVID19 ha rivoluzionato le vite di tutti andando a modificare per sempre modi di fare, di vivere e di lavorare: oggi l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale e il distanziamento sociale sono un imperativo nella vita di tutti noi e sono il primo mezzo utile per il contenimento del virus.

Per le aziende rimaste attive durante il lockdown, già dal 14 marzo è stato siglato il Protocollo per la sicurezza nelle aziende volto a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori, andando a contrastare e prevenire la diffusione del  coronavirus nei luoghi di lavoro. A tale fine il protocollo prevede che Il personale, prima dell'accesso al luogo di lavoro, potrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea.

Come ben noto infatti la febbre, vale a dire una temperatura corporea superiore ai 37,5°, è uno dei sintomi del virus ed è proprio sulla rilevazione di questo che nella FASE 2, con la riapertura di attività commerciali e produttive e la ritrovata libertà di movimento, si potrà fare leva per cercare di evitare il manifestarsi di una nuova curva crescente dei contagi.

Se da un lato un termoscanner, un misuratore di temperatura corporea, un termometro a distanza ad infrarossi, un dispositivo termometrico o termografico, può essere estremamente utile per lo screening delle persone attraverso il parametro della temperatura corporea, oggi è noto a tutti che il coronavirus può essere trasmesso anche da soggetti asintomatici, vale a dire persone portatrici del virus che non manifestano febbre o altri sintomi. Per tale ragione indossare la mascherina resta lo strumento più efficace di prevenzione e poter rilevare se le persone che entrano in un edificio stanno indossando o meno questo dispositivo può fare la differenza in un’attività di contenimento efficace.

Molti produttori di sistemi di videosorveglianza e controllo accessi, soprattutto di origine asiatica, hanno una gamma di proposte molto ampia, ognuna con proprie caratteristiche e ambiti applicativi.

Queste tecnologie, largamente utilizzate in Asia, anche a seguito delle recenti epidemie di SARS, sono affidabili e precise. Alcune di queste tecnologie non erano distribuite in Europa semplicemente perché non ce n’era richiesta. In queste settimane molti dei prodotti sono stati resi disponibili anche sul mercato Europeo (in alcuni casi c’è stato necessità di tradurre menù ed istruzioni o certificare CE il prodotto).

I termometri ad infrarossi o manuali, soluzione tradizionale per rilevare la temperatura corporea, presentano alcune criticità di utilizzo quali:

  • Controllo manuale a distanza ridotta con l’operatore
  • necessità di manodopera
  • Velocità di controllo molto bassa
  • Possibilità di creare file con facilità di contagio


Rispetto ai termometri o termoscanner manuali, le soluzioni UNV e ZKTeco propongono:

  • una rilevazione rapida e sicura della temperatura corporea senza contatto,
  • Più efficienza e ingress rapidi,
  • Verifica della presenza mascherina,
  • maggiore convenienza dovuta al minor utilizzo di personale.

Occorre anche sottolineare che molti produttori di sistemi di videosorveglianza e controllo accessi, soprattutto di origine asiatica, come UNV e ZKTeco, hanno una gamma di proposte molto ampia, ognuna con proprie caratteristiche e ambiti applicativi con tecnologie già largamente utilizzate in Asia, da anni, per far fronte alle epidemie di SARS. Queste tecnologie risultano quindi, ampiamente testate, affidabili e precise.

Attenzione però! Per tutti i prodotti importati occorre sempre verificare che siano dotati certificazione CE necessaria per l’utilizzo e la vendita sul mercato europeo.

Dal punto di vista commerciale e marketing, le attività aperte al pubblico, sia commerciali, che palestre, centri estetici, parrucchieri, bar, ristoranti, se si dotano di strumenti per la misurazione della temperatura, verifica di mascherina indossata ed eventualmente di un sistema di conteggio persone per evitare assembramenti, trasmetteranno agli utenti, un maggior senso di protezione e prevenzione, per cui potranno essere preferite rispetto ad attività che non sono dotate di questi controlli.


VALORE DELL’INVESTIMENTO

 

L’installazione di questi dispositivi aiuta le aziende ad ottemperare alle disposizioni dei DCPM relativi al contrasto al COVID-19

L’utilizzo di questi dispositivi, aiuta a rilevare e contrastare anche altri tipi di stati influenzali, preservando dipendenti, colleghi, clienti dalla diffusione di queste patologie all’interno dell’azienda avendo comunque un effetto benefico in misura di minor assenze per malattia.

Se abbinati a sistemi di controllo accessi, aumenta il livello di sicurezza dei siti.

Per le attività commerciali, ristorative, sportive, ecc. permette di aumentare la percezione di sicurezza da parte dei clienti, facendo preferire strutture dotate di questi sistemi rispetto a quelle senza questi controlli.

E’ attualmente disponibile una bozza del cosiddetto «Decreto Spiagge» che regolamenterà l’accesso agli stabilimenti balneari.

Tra gli altri obblighi viene indicato di «Predisporre una zona di attesa per le operazioni di ingresso tra cui la misurazione della temperatura o la firma della autocertificazione»


Scopri i prodotti all'interno della news!

Misuraore termperatura corporea, termoscanner e mascherina

L’emergenza COVID19 ha rivoluzionato le vite di tutti andando a modificare per sempre modi di fare, di vivere e di lavorare: oggi l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale e il distanziamento sociale sono un imperativo nella vita di tutti noi e sono il primo mezzo utile per il contenimento del virus.

Per le aziende rimaste attive durante il lockdown, già dal 14 marzo è stato siglato il Protocollo per la sicurezza nelle aziende volto a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori, andando a contrastare e prevenire la diffusione del  coronavirus nei luoghi di lavoro. A tale fine il protocollo prevede che Il personale, prima dell'accesso al luogo di lavoro, potrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea.

Come ben noto infatti la febbre, vale a dire una temperatura corporea superiore ai 37,5°, è uno dei sintomi del virus ed è proprio sulla rilevazione di questo che nella FASE 2, con la riapertura di attività commerciali e produttive e la ritrovata libertà di movimento, si potrà fare leva per cercare di evitare il manifestarsi di una nuova curva crescente dei contagi.

Se da un lato un termoscanner, un misuratore di temperatura corporea, un termometro a distanza ad infrarossi, un dispositivo termometrico o termografico, può essere estremamente utile per lo screening delle persone attraverso il parametro della temperatura corporea, oggi è noto a tutti che il coronavirus può essere trasmesso anche da soggetti asintomatici, vale a dire persone portatrici del virus che non manifestano febbre o altri sintomi. Per tale ragione indossare la mascherina resta lo strumento più efficace di prevenzione e poter rilevare se le persone che entrano in un edificio stanno indossando o meno questo dispositivo può fare la differenza in un’attività di contenimento efficace.

Molti produttori di sistemi di videosorveglianza e controllo accessi, soprattutto di origine asiatica, hanno una gamma di proposte molto ampia, ognuna con proprie caratteristiche e ambiti applicativi.

Queste tecnologie, largamente utilizzate in Asia, anche a seguito delle recenti epidemie di SARS, sono affidabili e precise. Alcune di queste tecnologie non erano distribuite in Europa semplicemente perché non ce n’era richiesta. In queste settimane molti dei prodotti sono stati resi disponibili anche sul mercato Europeo (in alcuni casi c’è stato necessità di tradurre menù ed istruzioni o certificare CE il prodotto).

I termometri ad infrarossi o manuali, soluzione tradizionale per rilevare la temperatura corporea, presentano alcune criticità di utilizzo quali:

  • Controllo manuale a distanza ridotta con l’operatore
  • necessità di manodopera
  • Velocità di controllo molto bassa
  • Possibilità di creare file con facilità di contagio


Rispetto ai termometri o termoscanner manuali, le soluzioni UNV e ZKTeco propongono:

  • una rilevazione rapida e sicura della temperatura corporea senza contatto,
  • Più efficienza e ingress rapidi,
  • Verifica della presenza mascherina,
  • maggiore convenienza dovuta al minor utilizzo di personale.

Occorre anche sottolineare che molti produttori di sistemi di videosorveglianza e controllo accessi, soprattutto di origine asiatica, come UNV e ZKTeco, hanno una gamma di proposte molto ampia, ognuna con proprie caratteristiche e ambiti applicativi con tecnologie già largamente utilizzate in Asia, da anni, per far fronte alle epidemie di SARS. Queste tecnologie risultano quindi, ampiamente testate, affidabili e precise.

Attenzione però! Per tutti i prodotti importati occorre sempre verificare che siano dotati certificazione CE necessaria per l’utilizzo e la vendita sul mercato europeo.

Dal punto di vista commerciale e marketing, le attività aperte al pubblico, sia commerciali, che palestre, centri estetici, parrucchieri, bar, ristoranti, se si dotano di strumenti per la misurazione della temperatura, verifica di mascherina indossata ed eventualmente di un sistema di conteggio persone per evitare assembramenti, trasmetteranno agli utenti, un maggior senso di protezione e prevenzione, per cui potranno essere preferite rispetto ad attività che non sono dotate di questi controlli.


VALORE DELL’INVESTIMENTO

 

L’installazione di questi dispositivi aiuta le aziende ad ottemperare alle disposizioni dei DCPM relativi al contrasto al COVID-19

L’utilizzo di questi dispositivi, aiuta a rilevare e contrastare anche altri tipi di stati influenzali, preservando dipendenti, colleghi, clienti dalla diffusione di queste patologie all’interno dell’azienda avendo comunque un effetto benefico in misura di minor assenze per malattia.

Se abbinati a sistemi di controllo accessi, aumenta il livello di sicurezza dei siti.

Per le attività commerciali, ristorative, sportive, ecc. permette di aumentare la percezione di sicurezza da parte dei clienti, facendo preferire strutture dotate di questi sistemi rispetto a quelle senza questi controlli.

E’ attualmente disponibile una bozza del cosiddetto «Decreto Spiagge» che regolamenterà l’accesso agli stabilimenti balneari.

Tra gli altri obblighi viene indicato di «Predisporre una zona di attesa per le operazioni di ingresso tra cui la misurazione della temperatura o la firma della autocertificazione»


Scopri le soluzioni ZKTeco all'interno della news!
NUOVA CENTRALE ABSOLUTA CERTIFICATA EN50131 GRADO 3
porte automatiche face